Serie “Le Pupe”

Risarcire l’identità femminile che, ancestralmente genera e, nell’immanenza dei corpi, alimenta la vita, è forse una chiave di lettura per questi frammenti di donne che popolano la quotidiana e costante brama di disegno, colore e sentimento di Gianni Marsico. Risarcire dando vita a “pupe” con immagini rapide, correnti, ordinarie, impiegando oggetti casuali che, raccolti e ricomposti seguendo un transitorio stato d’animo, un disegno fugace, un colore quotidiano, incorporano una profonda ragione: opporre resistenza a quel continuo sciupare la femminilità che ci sottende amabilmente e ci rende tenere rocce.